Articolo in evidenza

50 ANNI!

L’AIATEL è nata nel 1973 come associazione di fatto fra animatori. Erano gli “anni di piombo”, definiti così perchè pallottole e bombe dominavano la scena italiana. “In uno scenario del genere l’Animazione, che parlava del potere ai cittadini, di liberazione delle persone, di creatività, di uguaglianza e di partecipazione, era considerata un fastidio nel migliore dei casi, un’azione di fiancheggiamento ai terroristi nel peggiore. ….. (omissis)
Il quarto settore, chiamato Animazione Socio-Culturale, si assunse negli Anni Settanta il compito di tenere accesa la fiaccola….”. (*)
Fu così che un gruppo di animatori, decisi a professionalizzare il settore e a qualificare i giovani animatori ai tempi piuttosto impreparati ed ingenui, fondò l’Aiatel.

Per chi volesse saperne di più, può scaricare gratuitamente il volume sull’argomento: http://www.edarcipelago.com/perop/animazione/eLan.htm

Articolo in evidenza

LE FILASTROCCHE DI NONNA PAPERA

Si tratta di raccolta di piccole filastrocche, alcune in veneto, che una mamma raccontava ai suoi figli e che fanno parte della cultura popolare. Sono state recuperate dai suoi quaderni e possono così essere raccontate a tanti figli e nipoti da mamme e nonne contemporanee….. e magari rappresentare solo l’inizio di una raccolta più ampia realizzata col contributo di tutti.
Per gli interessati che vogliono arricchire il Natale dei loro bambini.

Articolo in evidenza

……E PER I GENITORI

Per aiutare i genitori si può agire con strumenti diversi: tutti dicono e sanno che è un “mestiere difficile”. Si impara dai propri genitori, o anche da amici coetanei o un po’ più vecchi. L’importante è non sentirsi soli e senza punti di riferimento.
Ecco una prima proposta che vuole innanzi tutto aiutare a capire quali sono i bisogni prioritari, per poi intervenire in ordine di importanza. Far gestire la cosa da un animatore o da un formatore sarebbe preferibile, ma AIATEL offre il suo aiuto gratuito.
Per chi fosse interessato ecco come contattarci: admin@aiatel.com .

Articolo in evidenza

PROBLEMI…..

Bambini, ragazzi e giovani successivamente alla pandemia, hanno evidenziato vari tipi di problemi che vanno dalla difficoltà di socializzazione alla manifestazione di violenza e aggressività.
Benchè sappiamo che oggi l’animazione non è molto gettonata, crediamo che la sua filosofia e alcuni dei progetti che AIATEL ha realizzato negli scorsi anni possano essere di aiuto in questa situazione. Come stimolo per altre idee o anche come traccia per interventi da realizzare nella scuola e nel tempo libero.
Ecco il primo progetto che ha per utenti ideali bambini e ragazzi, ma che cn pochi cambiamenti può interessare anche i giovani.

Articolo in evidenza

ANCORA UN MESE

Sta per finire l’anno ed il tempo del decimo anniversario della scomparsa di Alberto Raviola.
Sul sito dell’associazione c’è una pagina, fra le altre che lo riguardano, dedicata al ricordo. Può essere un solo pensiero, una riflessione più approfondita, una fotografia che ha immortalato un momento….. Ci piacerebbe che in questo dicembre ci arrivassero testimonianze del suo passaggio su questa terra.

Articolo in evidenza

PROTAGONISTI DEI NOSTRI TEMPI: I GIOVANI

Al lato opposto ci sono i giovani, raggruppando in questa categoria tutti coloro che vanno dai 10 ai 18/20 anni. Ormai anche da noi sono diventati sempre più frequenti episodi di violenza: le bande stanno sostituendo i gruppi e la socialità spesso viene sostituita da risse e pestaggi. Sarà forse perchè molti servizi per i giovani sono spariti?

Per chi volesse approfondire…….

Articolo in evidenza

IL TEMPO LIBERO

Gianni Toti quasi 60 anni fa, ha scritto un libro su questo tema, dandone una visione storica e attuale insieme.
Qualcuno potrebbe pensare che il testo è datato e superato dalla nuova quotidianità. Ma a noi pare che le sue riflessioni si adattino ancora ai nostri tempi ed anzi possano suggerire il recupero di alcuni valori che l’ozio aveva fin dal tempo dei romani….

Per chi volesse approfondire.

Articolo in evidenza

CHE ANIMATORE SEI?

Si tratta di un breve questionario che serve per descrivere il comportamento di un animatore. Ai nostri giorni la professione di animatore si svolge prevalentemente nel settore turistico, mentre in altre realtà in cui per anni era inserito, è stato sostituito dall’educatore, lavoro inquadrato nell’area sanitaria.
Ma a nostro parere il test potrebbe riservare delle sorprese.

Chi volesse utilizzare lo strumento lo trova QUI.

Articolo in evidenza

IN MEMORIA DI ALBERTO RAVIOLA

Lo scorso 2 luglio abbiamo commemorato l’anniversario decennale della morte di Alberto. E’ stato un momento importante per noi che lo abbiamo conosciuto. Chi non era presente o non ha ancora avuto occasione di visitare le pagine dedicate a questo evento, può farlo anche ora.

Se poi volesse, può inviarci un suo pensiero, un ricordo, ma anche una riflessione conseguente alla lettura di un suo articolo. ne saremmo felici.

Articolo in evidenza

GIOCO DELL’OCA 7

Mai pensato di scaricare l’immagine, ingrandirla e usarla come tabellone di gioco? Ci si può divertire anche a “imparare” qualche vocabolo straniero e la conoscenza così diffusa delle regole può aiutare nella traduzione.
Articolo in evidenza

AIATEL NEWS N. 2

Forse vi parrà un po’ fuori tempo, dato che il numero 2 del periodico di aiatel era dedicato all’estate. Ma proprio per questo era anche concentrato su giochi e passatempi e poichè dalle statistiche del nostro sito abbiamo notato che le pagine coi giochi sono le più visitate, invitiamo gli appassionati a consultare il notiziario …….. e magari ad inviarci qualche riflessione in merito.

Articolo in evidenza

ACARUS

Fino al 31 dicembre i nostri pensieri saranno dedicati a ricordare Alberto Raviola, segretario generale di Aiatel che è mancato dieci anni fa.
Molti dei suoi scritti sono di grande attualità anche oggi benchè riferiti a fatti accaduti anche vent’anni fa. Acarus era lo pseudonimo con cui si firmava in alcune occasioni.
Per chi volesse approfondire http://www.aiatel.com/araviola/raviolaIndex.htm

Articolo in evidenza

GIOCARE CON “NIENTE”

I bambini di un tempo (70 o 100 anni fa) per giocare utilizzavano oggetti comuni e materiali poveri o comunque a portata di mano.
Qualcosa di tutto questo si è conservato: per esempio sulla spiaggia i bambini ancora oggi costruiscono castelli di sabbia…..
Aggiungo un paio di idee che possono facilmente essere realizzate e che sono divertenti benchè “non” tecnologiche:
1- prendere alcune cartoline, oppure alcune fotografie ritagliate dai giornali (quotidiani o meglio riviste illustrate), in numero corrispondente ai giocatori e ritagliarle in pezzi irregolari; mescolare il tutto e poi ricostruire le immagini di partenza. Vince il giocatore che per primo completa un’immagine;
2- il gioco dei 4 cantoni: richiede 5 giocatori e 4 angoli che possono anche essere i vertici di un quadrato disegnato per terra; le posizioni di partenza vedono quattro giocatori nei “cantoni” ed uno al centro, il gioco consiste nello scambiarsi il cantone con un giocatore adiacente senza farselo occupare dal solitario al centro. Chi perde il posto diventa il nuovo solitario.

Articolo in evidenza

PASSATEMPI IN EPOCA DI VACANZE……

La scorsa primavera Aiatel ha realizzato alcuni incontri on line di giochi a squadre. Chi non avesse partecipato può “recuperare”. Infatti descrizione dei giochi e regole sono pubblicati QUI . Provate a gareggiare in famiglia o con gli amici e se non riuscite a costruire dei piccoli gruppi con cui competere, fatelo singolarmente.

Articolo in evidenza

GRANDI GIOCHI

Le scuole stanno per concludersi e gli allievi “finalmente” in vacanza rischiano di annoiarsi. Un’idea per interessarli è quella di raggrupparli e fargli fare attività di gioco tipo: caccia al tesoro, tombola / oca figurata (cioè con prove da superare ad ogni tappa),  città ideale, ecc. In un primo tempo i giochi verranno proposti (magari da una mamma a turno), mentre successivamente si potranno costruire e inventare con i ragazzi stessi, assistiti ed aiutati sempre da una mamma a turno.
Dovrebbe essere una buona idea e facile da realizzare fra le famiglie che vivono in uno stesso condominio, o in uno stesso quartiere……

Articolo in evidenza

ESPRESSIVITA’

Anche questa è una capacità importante per esprimersi, comunicare, mettersi in relazione con gli altri, e vale la pena ampliarla il più possibile, consentendo a ciascuno di utilizzare più strumenti.

Si impareranno tecniche diverse per rappresentare il mondo che ci circonda e le emozioni che caratterizzano la nostra esistenza: come usare la carta al posto dei pennelli e dei colori. Collage, mosaici, origami, il libro animato potrebbero rappresentare il modo per scoprire dei talenti impensati e insieme nuovi modi per comunicare in maniera più ampia ed approfondita.

I p

Articolo in evidenza

FLUIDITA’ IDEATIVA

E’ la capacità di produrre nel più breve tempo possibile una grande massa di idee. Più idee si hanno, più è facile produrre qualcosa di originale e di unico. Non solo perchè c’è più scelta, ma anche perchè connessioni e contaminazioni sono generative e possono moltiplicare le alternative.
Vai qui se vuoi esercitarti in quest’area.

Articolo in evidenza

SCADENZA & SEGNALAZIONE

Il 30 aprile termina il tempo per prenotare il proprio intervento per il 2 luglio, giorno in cui ricorderemo Alberto Raviola, Segretario Generale di AIATEL e membro del Consiglio Direttivo di ARIPS, che è mancato dieci anni fa.
Molte persone lo hanno conosciuto nelle sue vesti professionali, ma anche come amico. Breve o lungo che sia stato l’incontro, certamente ha lasciato un segno, un pensiero, un ricordo…. ci piacerebbe condividerlo.
QUI i dettagli tecnici e organizzativi per poter partecipare.

Articolo in evidenza

GINNASTICA CREATIVA

Socialità:  è alla base di ogni altra capacità umana – è importante perchè indica facilità nelle relazioni interpersonali e dunque predisposizione alla vita di gruppo e benessere nelle situazioni collettive che siano occasioni di svago o di lavoro.
E’ una capacità in costante espansione; se vuoi “migliorare le prestazioni”, ecco qualche idea.

Articolo in evidenza

ANNIVERSARIO

Oggi, 20 aprile, è il secondo anniversario della morte di Flavio Montanari, un prezioso compagno di viaggio. Giovane amministratore del comune di Forlì aveva pensato e realizzato – fra gli altri anche con noi – progetti originali e che davano risposte intelligenti e progressisti ai problemi della comunità e offrivano percorsi soprattutto ai giovani per trovare soluzioni ai loro problemi e prospettive per il futuro.

Articolo in evidenza

IL SENSO DELL’ANIMAZIONE OGGI

Si tratta della traduzione in libro di una riflessione durata un triennio che ci pare sempre più attuale e necessaria di questi tempi in cui l’emersione della violenza e dell’aggressività, individuale, di gruppo (o banda?), collettiva in generale di giovani e adulti, governanti compresi, sembra prevalere in tutti i contesti. A nostro parere perchè mancano attività di animazione, di socializzazione, di prevenzione che potrebbero educare ad una convivenza civile e stimolare la comprensione e l’accettazione reciproche.
Chi volesse approfondire può scaricare da qui gratuitamente il testo.

Articolo in evidenza

CAPACITA’ DI ASSOCIAZIONE

E’ alla base della memoria, ci consente di ricordare e di ampliare il più possibile il nostro patrimonio di conoscenze e di informazioni, richiamando alla mente dati immagazzinati in altri momenti, utili alla soluzione dei problemi.
Si tratta di un’altra componente della creatività individuale.

Se vuoi esercitare questa capacità, qui trovi delle idee.

Articolo in evidenza

SUL CRINALE

Domani, mercoledì 6 aprile, Ignazio Drudi terrà una conversazione dal titolo “Modelli statistici e narrazione nelle dinamiche di gruppo“.
L’incontro, all’interno della manifestazione “Sul crinale” promossa da ARIPS, si svolgerà dalle 18 alle 19,30. La partecipazione è gratuita, ma è richiesta l’iscrizione scrivendo ad admin@arips.com

Articolo in evidenza

NOVITA’

E’ una nuova iniziativa dell’associazione: un periodico aperto ai contributi di tutti, soci, professionisti del settore o anche semplici fruitori di tempo libero e di animazione.
All’attenzione di GB Treccani, direttore del notiziario, vanno inviati i contributi per la pubblicazione (admin@aiatel.com).

Chi è interessato può scaricare da qui il numero ZERO.

Articolo in evidenza

PREANNUNCIO

E’ in fase di conclusione la preparazione di “AIATEL news” un periodico dedicato a tutti coloro che sono interessati all’animazione e al tempo libero in generale.
E’ una nuova iniziativa dell’Associazione che intende coinvolgere soci e non soci non solo come lettori, ma anche come autori di contributi su quello che accade in giro per l’Italia.

Vi terremo aggiornati.

Articolo in evidenza

PRATICHE ANIMATIVE

AIATEL procede nella riflessione sul futuro dell’Animazione. Di questi tempi, fra covid 19 e i timori per un conflitto alle porte, pare importante recuperare idee e progetti a favore della comunità.

Questa pubblicazione intende presentare storie, racconti di esperienze maturate nell’arco di questi ultimi quindici anni, che individuano vie, potenziali e provvisorie, esplorate o da esplorare perchè l’Animazione diventi nuovamente Pratica Sociale di Qualità, pratica di intervento di comunità.
Gli autori sono parte di un pool di animatori e formatori psicosociali, che ha maturato un’esperienza ormai pluriennale nella progettazione e realizzazione di interventi di svilppo di comunità.

Il testo è scaricabile gratuitamente da qui.

Articolo in evidenza

TEORIA E PRATICA

Aumentare la propria creatività non significa solo acquisire maggiori possibilità di successo in campo lavorativo, ma anche arricchire la propria vita cogliendo e sviluppando le occasioni che la vita ci offre.
Chi fosse interessato ad approfondire l’aspetto teorico e ad usare strategie ed esercizi che possono aumentare la propria “elasticità” ed originalità, trova qui un testo utile.
E’ scaricabile gratuitamente.

Articolo in evidenza

LA FLESSIBILITA’

E’ una delle caratteristiche che consente ed aiuta lo sviluppo della creatività individuale. Ma è anche utile nelle relazioni interpersonali per accogliere l’altro, per accettare situazioni difficili e per affrontare e appianare conflitti.
Qui si possono trovare attività psicopedagogiche che ci aiutano a sviluppare questa capacità.

Articolo in evidenza

SE TE LO FOSSI PERSO

Aiatel ha realizzato nel corso del 2020 e 2021 una ricerca intitolata “Che cosa cambierà” in relazione alla situazione determinatasi col covid19.
Il Questionario è stato arricchito nella seconda somministrazione, mantenendo però la stessa impostazione del precedente. I dati sono molto interessanti e anche di più il confronto fra i due momenti.
Per chi li avesse persi, qui può ricuperare.

Articolo in evidenza

LA CREATIVITA’ VA DI MODA

In realtà è una caratteristica dell’intelligenza umana che è sempre stata apprezzata, soprattutto nell’ambito del lavoro inteso in senso lato. Nella vita quotidiana si tendeva a preferire comportamenti “normali”, conformi a quanto richiesto dalle leggi e dalle consuetudini culturali della società.
Oggi pare che l’originalità esteriore sia accettata (tatuaggi e orecchini ovunque, tinture di capelli coi colori dell’arcobaleno ad ogni età, vestiti trasparenti e ricamati per maschi e femmine, ecc.).

Aiatel ha pensato di proporre giochi e attività per stimolare la creatività più nel profondo. Si può giocare da soli o in gruppo, seduti a tavolino o in metropolitana, solo col pensiero o con un foglio di carta…… Provare per credere

Articolo in evidenza

GIOCHI ON LINE

Una ventina di persone hanno partecipato al primo incontro. Divise in tre gruppi hanno giocato al loro interno in competizione con gli altri. Il compito consisteva nel creare 6 diapositive che concludessero il racconto di un filmato interrotto.
Il 23 marzo vedremo chi ha prodotto il racconto più originale da tutti i punti di vista

Articolo in evidenza

DI QUESTI TEMPI

Dopo due anni di pandemia molte persone, e soprattutto i giovani, sono afflitti da episodi o situazioni di depressione e hanno difficoltà a recuperare i modi di vita e di socializzazione dei tempi precedenti. E’ sicuramente un’occasione per realizzare interventi di animazione che stimolino il buon umore e che aiutino a rilassarsi ed insieme a trovare in sè nuove potenzialità e nuove risorse.
Ecco una piccola idea creativa che si può realizzare anche da soli, per aumentare la propria fiducia in sè, e che realizzata in gruppo può stimolare la conoscenza reciproca: usare le lettere che compongono il proprio nome di battesimo per indicare le proprie caratteristiche. Se il nome fosse troppo lungo, tipo “Massimiliano” si può usare un diminutivo, o solo una parte delle lettere.
Provare per credere.