Acarus,

uno della Moltitudine,
ha scelto di vivere tra la polvere, per non respirare l'aria che tira. Vive tra la folla, in apnea, sordo al vociare dei paladini del progresso e ai richiami delle sirene civilizzate d'Occidente.
Di formazione filosofica, dopo un lungo vagabandondare tra relativismo e pensiero debole, ha scelto il web per ALZARE LA VOCE sulle storture di questo inizio di millennio.

Stato Legalitą Appartenenza (mar.2004)

Undici Marzo Duemilaquattro (mar.2004)

L'Italia e il suo cavaliere (feb.2004)

Matrix Un/Due/Tre ovvero la follia dell'illusione occidentale (nov.2003)

Verona città okkupata - Note in margine a sgomberi, deportazioni, reclusioni di nomadi e migranti (sett.2003)

Aldiqua delle colonne d'Ercole, ovvero dell'inviolabile tabł chiamato "democrazia"  (lug.2003)

Echelon e la stazione di Verona (mag.2003)

(E)lezioni democratiche (apr.2003)

Genova: prova tecnica di dominio (ott.2001)

Pulizia etnica o lavoro sociale? (sett. 2004)

La formazione fra affari e politica (dic.2003)

Acarus era lo pseudonimo con cui si firmava Alberto Raviola per alcuni tipi di articolo, dove applicava psicologia, filosofia e animazione all'osservazione della società concreta con particolare riferimento agli eventi italiani. Non sono contributi nuovi. Erano già pubblicati in altri siti di psicopolis e macropolis. Abbiamo pensato di raggrupparli qui dato che Alberto è stato Segretario Generale di AIATEL dal 2000 al 5 luglio 2012, giorno della sua morte.